Cisternino

Gambiano suicida: si pensa a rimpatrio

Se dovessero arrivare la richiesta dei familiari della vittima e la documentazione necessaria da parte del Consolato del Gambia, per motivi umanitari, la Regione Puglia sarebbe disponibile a sostenere i costi del rimpatrio della salma di Amadou Jawo, il 22enne del Gambia che attendeva l'esito del ricorso contro il rigetto alla sua richiesta per ottenere lo status di rifugiato e ha deciso togliersi la vita lunedì scorso impiccandosi al cornicione del terrazzo dell'abitazione che condivideva con alcuni connazionali, a Castellaneta Marina (Taranto). E' quanto riferiscono le associazioni Babele e Arci che hanno lanciato una raccolta fondi e avviato una interlocuzione con gli uffici regionali, precisando peraltro che stanno arrivando donazioni da tutta Italia e la cifra raccolta al momento è di 1070 euro. "Ci sono dei passaggi da seguire e - spiega all'Ansa Enzo Pilò dell'associazione Babele - ci stiamo attivando per ottenere la documentazione dall'ambasciata".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie